Sindrome da stress tibiale: cos’è, sintomi, cause e cura

La sindrome da stress del tibiale è una condizione fisica che colpisce la parte anteriore e interna del ginocchio. E’ una patologia piuttosto diffusa tra gli atleti, soprattutto nei runners che incrementano troppo bruscamente il loro allenamento settimanale. Ma di cosa si tratta esattamente? Quali sono i sintomi che manifesta, le cause che la scatenano e la cura più efficace per guarirla? Vediamolo insieme nell’articolo che segue.

Sindrome da stress tibiale: cos’è?

La sindrome da stress tibiale, meglio nota come Shin Splints o periostite in medicina, è il termine con il quale si identifica un dolore che si manifesta tra la parte anteriore del ginocchio e quella interna.

E’ una patologia che colpisce gli atleti come tennisti, ballerini e, soprattutto, i runners, sia amatoriali che agonistici.

La sindrome da stress tibiale si verifica soprattutto nei corridori che, improvvisamente, cambiano il loro metodo di allenamento aggiungendo troppi chilometri alla loro corsa, oppure passano da superfici piane a salite troppo in pendenza.

Al giorno d’oggi, la medicina sportiva non ha ancora ben chiaro da dove possa avere origine questa patologia.

Alcuni medici sportivi sostengono che dipenda da dei piccoli “risentimenti” dei muscoli attorno le ossa del polpaccio, altri invece affermano che sia un’infiammazione del periostio (la guaina di tessuto che avvolge la tibia), o ancora l’infiammazione del muscolo stesso.

In generale, il problema potrebbe derivare da diversi fattori, quali:

  • Piedi piatti
  • Scarpe non adatte
  • Allenamenti privi di riscaldamento
  • Fianchi, caviglie e muscoli deboli

I sintomi

Quando si presenta un dolore alla tibia, non sempre può derivare dalla sindrome da stress tibiale e potrebbe essere il campanello d’allarme di altri problemi.

Spesso, alcune condizioni vengono comunemente e erroneamente diagnosticate come tale sindrome, e sono:

  • Dolore sulla parte anteriore della tibia: questo dolore può essere causato da una sindrome compartimentale, un gonfiore muscolare che crea una forte pressione. Per diagnosticare questo disturbo, vengono utilizzate specifiche tecniche per misurare la pressione all’interno del ginocchio. In alcuni casi è necessario decomprimere chirurgicamente la parte. I sintomi di questa sindrome si manifestano con dolore alle gambe, nervi sensibili e debolezza muscolare.
  • Dolore ai polpacci: potrebbe essere causato anche da una frattura da stress o una lesione più grave della sindrome da stress tibiale. In questo caso è necessario la scintigrafia ossea per diagnosticare una frattura da stress.
  • Dolore tibiale: il dolore tibiale solitamente è più generalizzato di quello di una frattura da stress. Se premi la punta delle dita lungo lo stinco e avverti un dolore acuto, si tratta quasi sicuramente di una frattura da stress.

Nella sindrome da stress tibiale, il dolore insorge nella zona anteriore esterna della gamba oppure su quella posteriore interna.

Solitamente il dolore viene avvertito all’inizio dell’allenamento e si attenua durante l’attività.

Inizialmente il dolore viene avvertito nel momento in cui il tallone impatta con il terreno durante la corsa o la camminata, ma se il soggetto prosegue la sua corsa, questo si presenterà ad ogni passo diventando costante.

Il dolore tende a scomparire con gli arti a riposo.

Le cause

La causa di una sindrome da stress tibiale potrebbe essere determinata da diversi fattori, come:

  • Iperpronazione: una causa frequente dell’infiammazione mediale
  • Stretching inadeguato o assente
  • Scarpe non adatte alla corsa, scarsamente comode, troppo consumate
  • Carico eccessivo su un fianco o su una gamba quando si percorre una strada curva o un circuito ad anello

Le infiammazioni si manifestano maggiormente nell’area interna al polpaccio, cioè quella mediale.

Quando l’infiammazione si presenta sulla parte esterna della gamba, solitamente è causata da uno scompenso tra i muscoli del polpaccio e quelli della parte anteriore della gamba.

Questo accade maggiormente nei runners alle prime armi, a causa di insufficiente allungamento dei muscoli oppure perché non si sono ancora abituati allo stress della corsa.

Le terapie

I professionisti concordano sul fatto che, in presenza della sindrome da stress tibiale, la cosa più opportuna da fare è smettere di correre o diminuire drasticamente l’allenamento.

Successivamente, i passi da compiere per favorire la guarigione sono:

  • Riposo
  • Applicazioni con ghiaccio
  • Utilizzo di plantari per camminare
  • Terapia farmacologica a base di FANS (previa prescrizione del proprio medico curante)
  • Fasciatura della zona colpita
  • Riabilitazione fisioterapica alla fine del decorso della patologia

Ti hanno diagnosticato una sindrome da stress tibiale? La fisioterapia può aiutarti a riprendere la tua attività fisica senza conseguenze!

Reability Milano e la sua squadra di esperti, ti aiuterà a trovare il programma di esercizio più adatto alle tue esigenze.

Chiedi informazioni o prendi un appuntamento compilando il form che trovi nella sezione “Contatti”, ti risponderemo al più presto.

Donna foto creata da katemangostar – it.freepik.com

2019-03-29T10:14:17+00:00

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.